DPCM governo: COVID e matrimoni - ultimissimi aggiornamenti

Il 15 giugno finalmente ripartiranno i matrimoni!

 

Vi scrivo qui le misure di prevenzione dal coronavirus attualmente vigenti:

 

-CERIMONI CIVILI E RELIGIOSE

 

Sono consentite sia le cerimonie religiose che quelle civili, purché si svolgano nel rispetto di tutte le misure di prevenzione per il contenimento del contagio da SARS-CoV-2. 

Per le funzioni religiose rimangono invariate le norme già precedentemente stabilite con il protocollo dell'allegato A 2 del decreto del 7 agosto del Governo in accordo con la CEI, il quale sancisce il mantenimento della distanza interpersonale di almeno 1 metro e l’utilizzo mascherina per la protezione delle vie respiratorie. L’accesso alla chiesa può essere regolato da volontari che, muniti di guanti monouso e un evidente segno di riconoscimento, favoriscano l’accesso e l’uscita degli invitati, nel rispetto della distanza interpersonale di almeno 1,5 metro. Si consiglia, inoltre, l'utilizzo di più ingressi, ove presenti, distinguendo quelli riservati all'entrata da quelli destinati all'uscita.

Le stesse misure preventive valgono anche per i riti civili, per i quali, ove sia possibile si consiglia l’utilizzo di spazi esterni. La capienza massima del luogo di culto o sala in cui avrà luogo la cerimonia viene stabilita da un ente legale tenendo conto della distanza minima di 1 metro laterale e frontale.

 

 

-BANCHETTI E FESTE DI MATRIMONIO IN LOCATIONS

 

Secondo l'ultimo DPCM in vigore dal 18 maggio, dal 15 giugno, in zona gialla, saranno possibili, anche al chiuso, le feste e i ricevimenti successivi a cerimonie civili o religiose, tramite uso della “certificazione verde”, conseguibile mediante una delle seguenti tre modalità:

 

1) Certificazione verde Covid-19 di avvenuta vaccinazione contro il SARS-CoV-2 rilasciata in formato cartaceo o digitale dalla struttura sanitaria o dal Servizio Sanitario Regionale di competenza, quando si è completato il ciclo vaccinale previsto. Al momento, la validità è di sei mesi dal completamento del ciclo vaccinale.

 

2) Certificazione verde Covid-19 di avvenuta guarigione da COVID-19 rilasciata in formato cartaceo o digitale, contestualmente alla fine dell’isolamento, dalla struttura ospedaliera presso cui si è effettuato un ricovero, dalla ASL competente, dai medici di medicina generale o dai pediatri di libera scelta. Al momento, la validità è di sei mesi dalla data di fine isolamento.

 

3) Certificazione verde Covid-19 di effettuazione di un test antigenico rapido o molecolare per la ricerca del virus SARS-CoV-2 con esito negativo rilasciata dalle strutture sanitarie pubbliche, private autorizzate, accreditate, dalle farmacie o dai medici di medicina generale e dai pediatri di libera scelta che erogano tali test. La validità della certificazione è di 48 ore dal prelievo del materiale biologico. 

Si rende noto che anche i bambini con età superiore ai 2 anni dovranno sottoporsi al tampone entro le 48 ore precedenti alla cerimonia.

 

Inoltre saranno previste nuove misure:

 

FIGURA DEL COVID MANAGER

Per garantire il rispetto del protocollo da parte di ospiti e lavoratori, gli organizzatori dell'evento avranno l'obbligo di individuare un Covid manager, una figura di fondamentale importanza per segnalare agli ospiti di indossare le mascherine quando previsto e che regolerà lo spostamento dei commensali per evitare ogni tipo di assembramento. L’elenco dei partecipanti dovrà essere conservato per 14 giorni in caso si dovessero verificare positività fra gli ospiti o fra il personale.

 

ORGANIZZAZIONE DEL BUFFET

Il protocollo relativo ai ricevimenti prevede una distanza fra i tavoli di almeno due metri. Se il ricevimento includerà il buffet, le pietanze dovranno essere somministrate esclusivamente dal personale addetto. Il self service è consentito solo in caso di monoporzioni.

 

REGOLE PER LE ATTIVITÀ DI BALLO

Il protocollo include anche regole per la musica e il ballo nel corso del ricevimento. I gruppi musicali dovranno distanziarsi di almeno tre metri dal pubblico e il ballo è consentito solo all’aperto, in questo caso la distanza interpersonale tra gli invitati è di 1,2 metri quadrati. Per quanto riguarda i balli in spazi chiusi invece, sono consentiti solo in zona bianca e in una superficie di due metri quadrati a persona. In questo caso il ricambio dell’aria del locale andrà potenziato.